Prima Pagina Arte e Cultura Chiese e Santuari

Chiesa di S. Antonino

E’ la chiesa più antica di Viticuso (sotto il simbolo benedettino dei tre colli vi è la data del 1003)e sorge appunto sul Monte omonimo.

E’ da osservare che fu  realizzata dai benedettini della diocesi di Montecassino, nonostante facesse parte della diocesi di Venafro e per questo si pensa che fosse nata come posto di osservazione, visto che segna il confine tra il territorio di Montecassino e la contea di Venafro.

Che poi sia diventata una cappella è naturale, visto che era comunque abitata da un ordine religioso.

Inizialmente, da alcune fonti risulta che, questa cappella era stata dedicata a S. Cristoforo, e non si ha alcun dato storico che permetta di sapere i motivi per cui S. Antonino è diventato il Santo Patrono del paese a cui il popolo è profondamente devoto e legato.

Alcune leggende testimoniano la presenza fisica del Santo a Viticuso, che vi giunse in visita da Venafro.

Sembra che proprio in questa occasione il Santo stanco ed affaticato, forse perché inseguito dai briganti si sedette su un sasso che scelse come sua dimora.

La struttura attuale risale al 1898, come inciso sull’architrave della porta centrale, ma evidenti ristrutturazioni si sono avute nel 1945 con l’intento di riparare i danni di guerra.

 

La Chiesa dell’Annunziata

Nata come cimitero del paese e posizionata la di fuori della cinta muraria sulla via che dal castello scendeva verso la piana.

Era composta da un piano completamente interrato nel quale venivano seppelliti tutti morti e da un piano superiore in cui si trovava un’infermeria.

Questo cimitero fu ripulito nel 1961 quando iniziarono i lavori di ristrutturazione della Chiesa che fu ricostruita proprio in onore dei viticusani  i  cui  resti non poterono essere spostati all’attuale cimitero.

Anche nella chiesa parrocchiale vi era un cimitero, ma solo per i preti ed i nobili.

Solo in seguito all’applicazione della legge napoleonica, , che proibiva la sepoltura nelle chiese, e che prevedeva la destinazione di campi fuori dall’abitato alle sepolture, finirono di utilizzare le Chiese come fosse comuni.

Solo nel 1875, nel periodo in cui  il Comune era stato spostato ad Acquafondata, la Chiesa dell’Annunziata cesso di essere cimitero e fu costruito in quel periodo l’attuale cimitero in località Valle Palumba.

 

Chiesa di S. Maria Assunta

La prima parrocchia di Viticuso è stata intitolata S.Maria Assunta, che veniva chiamata “Chiesa Madre”, comunque l’unico archivio da cui sarebbe stato possibile attingere dati sicuri era quello diocesano di Isernia, distrutto dai Garibaldini nel 1860.

La chiesa fu inizialmente costruita intorno al 1064, ma nel 1700 appariva completamente logorata dal tempo e quindi dovette essere restaurata completamente e quindi riconsacrata.

Aspetto: forma architettonica a croce latina con volta a botte, ai lati della navata principale, cappelle laterali.